Portale ECHA per l’invio delle nuove notifiche europee per le miscele pericolose

Ai sensi del regolamento CLP (Classification, Labeling and Packaging), le imprese che immettono sul mercato miscele pericolose devono fornire informazioni su tali miscele agli enti nazionali designati ai sensi dell’articolo 45. Queste informazioni devono essere fornite in un formato armonizzato dal 1 ° gennaio 2020 per le miscele destinate al consumatore, dal 1 ° gennaio 2021 per le miscele per uso professionale e dal 1 ° gennaio 2024 per le miscele per uso industriale, dal 1° gennaio 2015 tutte le miscele già presenti sul mercato. Gli organismi designati negli Stati membri mettono queste informazioni a disposizione dei centri antiveleno in modo che possano fornire una rapida consulenza medica in caso di emergenza.

L’ECHA ha pubblicato un nuovo portale che consente alle aziende di preparare e inviare le notifiche delle miscele pericolose che possono essere utilizzate dai centri antiveleno in caso di emergenza.

Il portale permette alle aziende di trasmettere le notifiche online, in modo sicuro e di gestirle centralmente, creando, inviando e seguendo il loro stato. È stato sviluppato sul formato armonizzato definito dal regolamento (UE) n. 2017/542.

Il portale consente, inoltre, alle aziende di notificare con una sola trasmissione a diversi Stati membri in cui intendono immettere i loro prodotti sul mercato al fine di ridurre gli oneri e i costi amministrativi delle imprese.

Ulteriori miglioramenti all’interfaccia utente e altre funzionalità saranno implementate nelle versioni future del portale.

Sebbene il sistema sia centralizzato differenze tra i paesi membri dell’Unione potrebbero rimanere:

  • Alcuni, come Austria, Germania e Portogallo, accetteranno l’invio delle notifiche anche attraverso un sistema nazionale, oltre che quello centralizzato dell’ECHA;
  • Altri, tra cui Germania, Bulgaria, Francia, Grecia, Portogallo, non prevedono notifiche in lingua inglese, ma solo nella loro lingua ufficiale;
  • L’ECHA non applica commissioni per l’utilizzo del portale, ma alcuni Stati membri (Ungheria, Italia e Spagna) possono riscuotere diritti per coprire i propri costi;
  • Le notifiche inviate attraverso il portale saranno valide una volta che lo Stato membro interessato (Germania, Italia e Spagna) è pronto ad accettarle.

Per maggiori informazioni sulla nuova notifica europea: https://www.chemicalsconsulting.eu/2018/04/16/notifica-delle-miscele/

Per dettagli sugli UFI da riportare sulle etichette delle miscele pericolose: https://www.chemicalsconsulting.eu/2019/04/08/approfondimento-ufi-unique-formula-idenfier/

Per supporto nella preparazione e trasmissione delle nuove notifiche europee: https://www.chemicalsconsulting.eu/contatti/

 

Hai bisogno di supporto in materia? Accedi ai servizi offerti da Chemicals Consulting.