Biocidi: una panoramica chiara sugli obblighi

La Commissione europea procede nel riesame dei principi attivi e nell’approvazione di sostanze inserendole nell’allegato I al regolamento EU n. 528/2012. I prodotti ad azione biocida, quali disinfettanti, preservanti e prodotti per il controllo di animali nocivi, necessitano di un’autorizzazione prima di poter essere immessi sul mercato. Il prodotto per essere autorizzato deve contenere un principio attivo approvato per il product type(PT) di riferimento.

Il produttore del biocida dovrà, oltre ad assicurarsi che il fornitore del principio attivo sia incluso nella lista degli active supplier,stilata ai sensi dell’articolo 95 del regolamento, seguire la procedura di autorizzazione (nazionale, di mutuo riconoscimento o europea) dopo che la sostanza è stata approvata come principio attivo e inserita nel suddetto allegato.

I biocidi contenenti principi attivi soggetti al programma di riesame possono essere resi disponibili sul mercato e utilizzati (nel rispetto delle normative nazionali) in attesa della decisione finale sull’approvazione del principio attivo e fino a tre anni dopo. La normativa europea e quella nazionale convivranno fino al completo riesame dei principi attivi.

In Italia, i prodotti disinfettanti e le sostanze poste in commercio come germicide o battericide, gli insetticidi per uso domestico e civile, gli insettorepellenti, i topicidi e ratticidi ad uso domestico e civile sono regolamentati dal D.P.R. 392 del 6 ottobre 1998, che li identifica come Presidi Medico Chirurgici (PMC) e ne richieda l’autorizzazione da parte del Ministero della salute.

 

Hai bisogno d’aiuto in merito?

Visita la sezione dedicata per scoprire i nostri servizi oppure consulta la seguente infografica.