Schede dati di Sicurezza in lingua

Schede dati di sicurezza (SDS) in lingua

 

Mi occupo di SDS da quando ho iniziato a fare questo lavoro e potrei stilare la TOP TEN delle domande che mi vengono poste o delle risposte che mi vengono date su questo argomento.

Una delle prime posizioni spetterebbe di sicuro al tema della lingua delle SDS.

Ai miei clienti fuori dall’Italia invio la SDS in inglese oppure perché farla in lingua se a loro va bene in inglese?

Rispetto a qualche anno fa, per fortuna, oggi mi capita di meno, ma ci sono ancora aziende che non sanno (o fanno finta di non sapere) che la SDS deve essere fornita nella lingua ufficiale dello stato membro dove il prodotto pericoloso è venduto.

A dicembre 2021 è stato pubblicato il report delle attività di controllo e vigilanza svolte nell’ambito del progetto europeo chiamato REF-8.

Con l’acronimo REF si identifica un progetto di vigilanza del funzionamento del REACH e di altri regolamenti sul territorio comunitario, coordinato dal Forum dell’ECHA a cui partecipano le autorità competenti dei paesi membri.

Uno degli aspetti emersi in tutti i paesi dell’unione europea è ancora una volta la carenza delle schede dati di sicurezza.  La scarsa qualità delle informazioni nelle schede di dati di sicurezza è un problema di vecchia data rilevato anche in molti precedenti progetti di applicazione: nel progetto REF-2 del Forum nel 2013 fino al 52 % delle SDS verificate risultò carente. La situazione dal 2013 al 2020 è molto migliorata arrivando ad un 5% di non conformità per le SDS.

Questo 5% si riferisce all’obbligo generale di fornitura e disponibilità delle SDS.

Il problema della lingua della SDS è confermato dal fatto che per il 36% di questi la non conformità derivava appunto dalla lingua di fornitura della SDS.

È importante sottolineare che il progetto era focalizzato ai prodotti venduti on line, su piattaforme famose o su siti web personali e che la natura del commercio elettronico rende difficile l’ispezione degli obblighi derivanti dalle SDS. Pertanto, in molti casi, le ispezioni dei requisiti SDS non sono state eseguite o sono state eseguite solo in parte. Pertanto, i dati sulle non conformità relative alle SDS sono stati stabiliti nei casi in cui la disposizione era chiaramente verificabile o la SDS era disponibile sul sito Web del prodotto.

L’Enforcement Forum ha deciso di controllare le schede di dati di sicurezza nel progetto di applicazione a livello dell’UE nel 2023. Il Forum ha inoltre adottato un compendio rivisto di metodi analitici per controllare la conformità alle restrizioni REACH.

A giugno 2021, prima della pubblicazione del report, il Forum aveva stabilito che l’oggetto del REF-11 nel 2023 la qualità delle informazioni nelle schede di dati di sicurezza.

Le schede di sicurezza sono i principali veicoli di comunicazione delle informazioni sulla sicurezza nella filiera. Se sono carenti, i lavoratori e i professionisti potrebbero non ricevere informazioni adeguate per utilizzare in sicurezza le sostanze e le miscele pericolose.

Il progetto verificherà la conformità ai requisiti rivisti di cui all’allegato II di REACH, che stabilisce il contenuto e il formato richiesti per le schede di dati di sicurezza. Con i requisiti rivisti che entreranno in vigore nel 2023, questa è un’opportunità tempestiva per avere un progetto armonizzato per verificare che le aziende in tutta l’UE stiano adempiendo a questo dovere.

Il Forum preparerà il progetto nel 2022, eseguirà ispezioni nel 2023 e riferirà nel 2024.

Un problema pratico per cui le aziende non soddisfano l’obbligo di fornire SDS in lingua è a volte legato al software che utilizzano per la redazione delle SDS: magari la lingua non è disponibile o ha un costo elevato per il numero di prodotti che hanno su un mercato specifico o perché hanno degli impedimenti tecnici di diversa natura. Tutto questo è comprensibile ma la lingua della SDS è un obbligo che se non rispettato comporta multe di migliaia di euro ed è, inoltre, legata al testo delle etichette e alle notifiche ai centri antiveleno.

 

LINK UTILI

Articoli di approfondimento: https://shorturl.at/tuU09

Per maggiori informazioni sui nostri servizi di consulenza in materia di schede di sicurezza clicca QUI.